Anna conquista la “XXIII Attraverso le Mura” 

Erano 8 i km da percorrere nel circuito cittadino di Massa per le 22^edizione della gara in notturna della cittadina versigliese. 

Al via nomi del fondo italiano come Elena Romagnolo e Fatna Maraoui del team esercito e Giovanna Epis dei Carabinieri. 

Il percorso si sviluppata su un circuito di 2050m snodato lungo il centro storico ricco di cambi di direzione e falsipiani. Questo non ha fermato la porta colori delle Fiamme Azzurre che l’ha avuta meglio su una prestante Giovanna Epis. Terzo gradino del podio per la “fresca” mamma Romagnolo seguita dalla compagna di Team Fatna Maraoui. 

La gara è servita positivamente come valutazione in funzione del periodo preparatorio che partirà dal 10agosto a Livigno. 

Anna’s training

Lo stage in altura di Anna procede bene. Gli allenamenti sono strutturati sui percorsi della valle di Livigno in compagnia del marito Stefano e della maratoneta Ivana Iozzia.

Qui il video di uno degli allenamenti fatti: 15 volte 200m pausa 60” con 2000m finali.

Altura a Livigno

cropped-img-20160703-wa0010Dopo l’ottima prova alla maratona di Milano, Anna Incerti ricomincia un periodo di preparazione in funzione degli appuntamenti importanti che andranno a delinearsi nei prossimi mesi.

Infatti è iniziato ieri il periodo di tre settimane dove Anna, accompagnata dal marito Stefano Scaini e dalla figlia Martina, inizierà la preparazione generale approfittando dei percorsi e dell’effetto altura nella località montana di Livigno.

Sono circa 15 anni che Anna sceglie come campo di allenamento per gli stage in altura la Valtellina, ben nota per accogliere i raduni di moltissimi atleti ricca di percorsi su un altopiano di circa 1800mt.

La programmazione delle competizioni verrà poi strutturata in funzione della Federazione, che sta ancora valutando le scelte da poter disporre.

Anna madrina alla Corsa della memoria

1298813559459_bc15411bc20127e006155c595a74b56dDomenica 21 maggio a Palermo I° edizione dell’evento organizzato dalla Fondazione Falcone e dalla Fidal per il ricordo delle vittime delle stragi di Capaci e di via D’Amelio di 25 anni fa.

-Ruolo importante quello dello sport nell’educare ricordando quanto successo, per costruire un futuro che permetta ai nostri figli di crescere- racconta Anna -felice di essere presente ad un evento così importante in una regione ricca di motivazioni e di potenziali come la mia Sicilia- aggiunge fiera.

Anna Incerti presenzierà alla manifestazione correndo nella 10km non competitiva abbinata anche alla ricerca di fondi per Fasted “Corriamo per la Talassemia”.

 

 

Anna Incerti is back!

Era il 2008 quando Anna vinceva la Milano marathon con le sue 29 primavere. Oggi di primavere ne ha 37, passate fra 3 Giochi Olimpici, un titolo Europeo di maratona, 3 Titoli Europei a squadre, un Oro ai Giochi del Mediterraneo e molti titoli italiani e finisce con la grande conquista di un secondo posto con 2h29’58”.

Una gara stupenda e agguerrita contro l’Africa che nella città meneghina aveva le sue migliori rappresentanti. 
Erano ancora in cinque a metà gara, poi al 30° inizia il forcing fra Anna e la Keniana Chepkech Sheila che se le “daranno di buona ragione” fino al 42°km. Al 40° una seria di azioni di entrambe le atlete costruisce uno spettacolo di agonismo mai visto prima in una maratona. Ultimo mezzo km un azione particolarmente violenta avvantaggia la Keniana che riesce a guadagnare una decina di metrivolte. Al rettilineo d’arrivo Anna è seconda e accolta da migliaia di persone che urlano il suo nome… 

All’arrivo lo speake urla “Anna Incerti è tornata!!!”

StraMilano: Anna Incerti c’è

Secondo appuntamento dell’anno per la portacolori delle Fiamme Azzurre Roma che ha corso oggi alla 46°StraMilano. Un responso ottimo sulle condizioni dell’alteta in funzione della prossima maratona.

Una bellissima giornata primaverile che ha ben accompagnato gli oltre 60000 runners che hanno riempito una città in veste podistica con i bordi strada ricchi di tifosi.
Colpo di pistola e subito tutti gli atleti a cercare il massimo della performance. Fra questi anche un certo Massimiliano Rosolino, inedito fuori dall’acqua ma tenace anche sull’asfalto.

Finisce con un quarto posto in 1h12′ che presuppone il buon lavoro fatto in preparazione per il prossimo impegno agonistico.

Si ricomoncia

Campionati Mondiali di Mezza MaratonaFinisce ai piedi del podio Anna Incerti alla 10k della WeRunRome targata Nike del 31 dicembre 2016. Avvio “cauto” al fine di gestire al meglio quei piccoli problemi che ne hanno complicato le performance negli ultimi mesi. Al passaggio di metà gara, Anna è ancora lontana dal gruppo di testa. Un finale elettrizzante ma non da permetterle il pieno recupero sulle tre atlete di testa. Tempo finale positivo, con 33’37” per percorrere il “ben” difficoltoso, ma alquanto scenografico, percorso romano calcato da circa 10000 podisti.

Da qui si riparte per il 2017 lasciandosi alle spalle un annata particolarmente tormentata da molti infortuni.

Ora un periodo di lavoro che poi proseguirà in uno stage in Toscana a fine mese.

We Run Rome con Anna Incerti

Sabato 31 dicembre, la città eterna, vedrà sfrecciare migliaia di atleti per la 5°edizione delle We Run Rome. Fra questi anche Anna Incerti. 
Un 2016 particolarmente tormentato per l’atleta delle Fiamme Azzurre che, dopo l’Olimpiade di Rio, rientra alle competizioni. Sono passati ben quattro mesi, serviti a risolvere la forte lesione al retinacolo, ai legamenti laterali della caviglia e anche per riprendersi dalla sconfitta morale per una Olimpiade da dimenticare.

La ripresa tecnica parte da qui, per poi cominciare a macinare chilometri in funzione di una possibile maratona primaverile.

Sono passati “solo” 14 anni dalla prima maglia azzurra assoluta di Anna in quel di un Campionato Europeo di cross a Medulin (2002), passando per tre Olimpiadi, tre campionati Europei e numerosi chilometri fra allenamenti e gare.

Il 2017 sarà ancora campo di battaglia per l’atleta bagherese, non ancora sazia dei traguardi raggiunti.

Olimpiade da dimenticare

RIO 2016 – Giornata no per la maratoneta, che per la prima volta non completa una gara ufficiale

Niente da fare per Anna Incerti, chiamata oggi a cimentarsi con la sua terza maratona olimpica a Rio 2016. Come a Londra, però, la siciliana, ma friulana d’adozione, è incappata in una giornata no. Problemi fisici l’hanno messa subito in difficoltà, costringendola a inseguire le più veloci.

Così, per la prima volta in una competizione ufficiale, la maratoneta azzurra ha optato per il ritiro al 30′ chilometro. Una scelta sofferta, ma dalla quale Anna saprà certamente riscattarsi.

Nell’aria c’era la possibilità che questa sarebbe stata l’ultima competizione dell’atleta -non voglio finire la mia carriera così, mi riprenderò quello che oggi ho perso-