Roma Human Race

Un serpentone di circa 5000 podisti ieri sera nelle splendide vie della nostra capitale. Un evento in contemporanea in altre capitali nel mondo che ha visto come unico grande obiettivo la solidarietà. E con questo spirito ne hanno partecipato molti dei nostri atleti più rappresentativi. La nike ha schierato una squadra stellare, rappresentata al meglio, anche come starter, dal figlio del vento Carl Lewis. Per gli italiani rientranti da Pechino la primatista Italiana dei 3000siepi Elena Romagnolo con Vincenza Sicari e la migliore maratoneta italiana dei Giochi (14°classificata con 2h30’) e campionessa italiana in carica della mezzamaratona Anna Incerti, per lei prima prova d’allenamento dopo due settimane di meritato riposo, ma sempre disponibile nello schierarsi in eventi solidali di promozione. Anna e Rosalba Console hanno corso i suggestivi dieci chilometri della human race insieme. Hanno dichiarato di essere state entusiaste per la bellissima iniziativa e per quello che ne rappresenta. Da sottolineare anche il rientro di Giovanna Volpato, rientrata dopo un intervento chirurgico del tendine d’achille. Soddisfatta anche lei del buon allenamento fatto in compagnia, dopo un anno di inattività agonistica.

Per le Fiamme Gialle presenti Scaini Stefano,Mattia Maccagnan, Daniele Caimmi,Andrea Lalli, Luciano Di Pardo, Gabriele De Nard, Giovanni Gualdi, Cosimo Caliandro, Salvatore Vincenti e Adelina De Soccio.

La classifica finale è superflua per il significato dell’evento, una ottima nota va alle giovani leve,come Stefano La Rosa, Lalli e Marco Salami che hanno sfidato un Paul Tergat ed un sempre verde Giacomo Leone che hanno dato spettacolo già da inizio gara con allunghi e cambi di ritmo lanciati anche da Scaini e Andriani .

Annunci