E’ la domenica della Roma Ostia

resized_pict0036Torna la corsa verso il mare, torna una delle grandi classiche della corsa su strada italiana. Domani, domenica 1 marzo, si corre la XXV edizione della Roma-Ostia, la mezza maratona (21,097km) che apre tradizionalmente la primavera (con un pizzico d’anticipo) del podismo nazionale. Oltre diecimila gli iscritti dichiarati dal Comitato organizzatore della gara, guidato da sempre dal vulcanico Luciano Duchi e dai suoi Bancari Romani. All’interno dello stadio delle Terme di Caracalla, dedicato alla memoria di Nando Martellini, è sorto il villaggio della manifestazione, dove i partecipanti alla gara stanno ritirando i pettorali ed i chip per la rilevazione automatica del tempo; e dove, dal pomeriggio di ieri è in corso una iniziativa molto sentita dalla grande famiglia dell’atletica capitolina, il “2000 di solidarietà”, corsa in pista sui due chilometri dedicata alla memoria di Riccardo De Paolis, il fondista immaturamente scomparso in gennaio durante la “Corsa di Miguel”. Sul fronte agonistico, la Roma-Ostia di quest’anno, come sempre del resto, sarà ricca di protagonisti di livello assoluto, sia italiani sia stranieri. In campo femminile, spicca la presenza della tedesca Irina Mikitenko, vincitrice nel 2008 delle maratone di Londra e Berlino, e candidata ad una prova maiuscola la prossima estate in occasione del Mondiale (sulle strade di casa); contro di lei, tre delle migliori maratonete azzurre: Anna Incerti (Fiamme Azzurre), Rosalba Console (Fiamme Gialle), e Gloria Marconi (Corradini Rubiera), verosimilmente a caccia di un crono significativo sulla strada verso una prova primaverile sui 42 chilometri. In campo maschile, la palma di favorito va senz’ombra di dubbio al keniano Evance Cheruyot, uomo che vanta ben quattro tempi al di sotto dell’ora sulla distanza di mezza maratona (la soglia, per così dire, degli eletti): il picco è il 59:05 realizzato a Udine, nel mondiale di specialità, nell’ottobre 2007, quando centrò il bronzo. Tra gli azzurri, vanno sottolineate le presenze di Daniele Caimmi (Fiamme Gialle), Ottavio Andriani (Fiamme Oro), Gabriele De Nard (Fiamme Gialle), Stefano Scaini (Fiamme Gialle). Differita tv su Rai Tre a partire dalle ore 15.30, sintesi anche su Rai Sport Più (il canale tematico digitale, visibile gratuitamente sia con segnale satellitare sia con segnale terrestre) dalle 22.30.

Fonte: www.fidal.it

Annunci