Tutti con la Incerti alla maratona di Roma

La Maratona di Roma si presenta. La 42 chilometri della capitale, in programma domenica 22 marzo (via alle 9.00 dai Fori Imperiali), ha vissuto il momento introduttivo questa mattina in Campidoglio, alla presenza del sindaco Gianni Alemanno. Sono 14.894 gli iscritti provenienti da 78 nazioni, 8.901 italiani e 5.993 stranieri, dati che, secondo gli organizzatori, fanno della maratona capitolina l’evento sportivo più partecipato in Italia in assoluto, e una tra le prove sulla distanza più significative al mondo. Abbinata alla prova competitiva di 42,195 chilometri, il fiore all’occhiello dell’evento, la Roma Fun Run di 4,2195 km, per la quale si ipotizzza una partecipazione vicina alle 85.000 unità, persone di ogni età, al via dai Fori Imperiali alle 9.15. Dato che, abbinato a quello della prova competitiva, farebbe raggiungere quota 100.000 partecipanti domenica 22 marzo. Ciascuno per realizzare il proprio sogno, come recita lo slogan della maratona 2009 “Start your dreams”. Sono 24 gli atleti detentori di prestazioni sotto le 2 ore e 12 minuti. In Italia il 90% circa delle maratone 2008 sono state vinte con un tempo superiore alle 2h12′: facilmente intuibile il valore tecnico della Maratona di Roma 2009. Atleti di spicco provenienti da Kenya, Etiopia, Tanzania, Marocco, Cina, Russia, Irlanda.L’atleta più atteso è il keniano Paul Kiprop Kirui, classe 1980, personale 2:06.44. Con lui i connazionali Hosea Rotich Kiprop, classe 1979 (2:07.24) e Philip Manyim Kipkurgat, classe 1978 (2:07.41). A seguire l’etiope Jufar Robi Tariku, classe 1984 (2:08.10) e il keniano Francis Kiprop, classe 1982 (2:08.30). E poi Gang Han, atleta cinese classe 1978 che arriva con un personale di 2:08.56. In campo femminile, dopo la grande performance della russa Galina Bogomolova nella passata edizione (2:22.53, record della gara, migliore prestazione assoluta su suolo italiano e 5^ migliore prestazione al mondo dell’anno) saranno altre atlete dell’est Europa e le africane a contendersi la vittoria, insieme con la migliore azzurra del momento: Anna Incerti. L’atleta palermitana nata nel 1980, in forze alle Fiamme Azzurre, si presenta a Roma con un personale di 2:27.42: tempo di rilievo che le consentirà di concorrere alla pari con le altre top atlete presenti. Tra queste spiccano la cinese Weiwei Sun, classe 1985, personale 2:25.15; la keniana Lena Jemutai Cheruiyot, classe 1973, personale 2:26.00; l’etiope Eyerusalem Mutal Kuma, classe 1981, 2:26.51; la russa Larisa Zousko, classe 1969, 2:26.26, due volte seconda a Roma (2007 e 2008); l’altra russa Abina Maiorova Ivanova, classe 1977, 2:27.25; l’ucraina Tetyana Filonyuk, classe 1984, 2:27.25.

Fonte: http://www.fidal.it

Annunci