GREAT MANCHESTER RUN:ottimo quinto posto di Anna Incerti in una gara dall’altissimo valore internazionale

Succede raramente di vedere in Italia una simile folla di partecipanti per una gara di 10km ma all’estero non è un novita e la Great Manchester Run ne è l’esempio con decine di migliaia di podisti che hanno invaso la città ancora di prima mattina. Una giornata intensa di atletica ad alto livello con la gara di 10k questa mattina e fra pochi minuti la gara su pista in strada che andrà in scena sulla centralissima DeansGate per l’occasione coperta dal tartan.
Giornata fredda e tipicamente british con una temperatura vicina ai 10° e un vento che ha danneggiato gli atleti nella seconda metà gara.
Prima partenza per la gara femminile con la nostra Anna Incerti al via.Da subito una gara veloce delle favorite con una passaggio di 6’26 al 2k con l’inglese Hellen Cliterhoe già da subito a "menare" alla ricerca di quella prova di forza nella sua terra.La maratoneta siciliana rimaneva nella pancia del gruppetto che andava sempre piu riducendosi sotto la spinta della britannica fino all’8km quando uno strappo deciso della campionessa europea indoor risolveva la questione lasciandola involarsi verso una vittoria in una gara dominata completamente.
Merita un grosso complimento Anna Incerti brava a difendersi su ritmi per lei molto forti e contro avversarie di assoluto valore internazionale:un ulteriore tassello in piu in vista della ormai completa maturazione in vista dell’anno olimpico.
Raggiunta telefonicamente Anna ci esprime la sua soddisfazione per la gara appena terminata"Va bene cosi,faceva freddo e ho fatto fatica a carburare,sono contenta per la mia gara e per il ritmo che sono riuscita a tenere.Ho corso sui miei tempi personali e questo mi da fiducia,sapevo bene che le avversarie erano decisamente piu forti di me già sulla carta ma non mi sono data per vinta e buttata nella mischia".
Gara maschile con il consueto Gebre-Show…partenza a spron battuto per evitare sorprese e sempre in testa a tenere alto il ritmo:solo l’inglese Thompson riusciva a contrastare l’africano prima di cedere poco dopo la metà gara di fronte all’incedere del primatista del mondo che si presentava da solo al traguardo nel crono di 28’10 non proprio ottimale per il suo reale valore a testimonianza della giornata fredda e del percorso nn proprio piatto.

classifica uomini:

1) Haile Gebresillasie (eti) 28’10"
2) Chris Thompson (Gb) 28’21"
3) Sergey Lebid (ukr) 28’25"

classifica donne:

1) Hellen Cliterhoe (Gb) 31’45"
2) Chantal Daunay (Fra) 31’59"
3) Grace Momanyi (ken) 32’05"
4) Sara Moreira (Por) 32’11"
5) Anna Incerti (Ita) 32’36"
6) Berhane Adere (Eti) 33’07

Advertisements