La gara della vita

Anna IncertiSi è sempre parlato di “gara della vita”per una competizione importante, preparata per anni, con sacrificio e determinazione. Questa volta per Anna Incerti, la gara della vita, sarà un bellissimo cammino di 9 mesi, che la porterà alla conquista del titolo di “mamma”.

Scusate il ritardo della comunicazione, comunque già trapelata nei vari quotidiani, il giorno della maratona di Torino, dove correva il marito Stefano, che ha ben pensato di rivelare la sua felicità in diretta televisiva nel dopo gara.

Siamo al quinto mese, di estrema felicità per una coppia che dell’atletica ha fatto il punto di incontro. In molti domandano ad Anna come faccia a stare ferma in questo periodo… la sua risposta è che si sta godendo al massimo questo fantastico momento, recuperando finalmente tutti qui impegni iniziati dal 2003, con la prima maratona corsa a Firenze, vincendo il titolo italiano e il bronzo alle Universiadi di Daegu sui 10.000m dello stesso anno, passando poi per campionati Europei, Mondiali e Olimpiadi a Pechino e Londra.

Vedere uno “scricciolo”, o ancor meglio, una gazzella, con un pò di pancetta fa piacere, ma vederla sorridere a 32 denti è la salute “fatta in persona”.

Ora il pensiero è  far correre il marito- racconta Anna sorridendo- e i risultati si vedono!

A quanto pare non si sa ancora il sesso del nuovo o nuova  tesserata, che promette le carte giuste per essere un campione. E quì la genetica non sbaglierà.

L’appuntamento è per fine primavera 2013.

Annunci