CAMPIONATI ITALIANI DI MEZZA

 

di Maurizio Leone

Ad Atripalda in provincia di Avellino, si sono svolti questa mattina i campionati italiani di mezza maratona, validi per l’assegnazione del titolo assoluto e di quello di società di corsa su strada. La kermesse irpina caratterizzata dal caldo intenso e da un percorso estremamente impegnativo, ricco di saliscendi, che ha messo a dura prova i numerosi partecipanti, ha visto il trionfo del keniano Salomon Rotich tesserato per la Violetta Club Lamezia, sodalizio calabrese, che ha concluso la prova in 1h 05″ 10; e tra gli italiani quello di Federico Simionato (Aeronautica), e di Anna Incerti (FFAA).

L’aviere piemontese, 2h15’58” di personale in maratona, al suo primo titolo italiano con il tempo di 1h 05’35”, ha corso una gara giudiziosa, gestendo al meglio le difficoltà del percorso, del caldo e degli avversari, tra i più attivi: il bergamasco Bourifa (Val Brembana), l’altro aviere Bona, l’esperto carabiniere Bennici, e Fabio Mascheroni (Corradini Rubiera), insieme ad un nutrito gruppo di keniani tesserati per team italiani, con il solito Philimon Kipkering (Atletica Gonnesa), Rugut, ed Henry Rutto Kiplagat. Il momento decisivo intorno al dodicesimo chilometro, quando Simionato resistendo ad una serie di strappi degli avversari, ha rotto gli indugi scremando il gruppo per involarsi verso la vittoria: “Sapevo di stare bene, dopo un inverno difficile – dice Simionato-  oggi è stata dura, ma alla fine gli sforzi sono stati premiati. Le sensazioni erano buone, e questo titolo mi ripaga dei tanti momenti difficili attraversati in passato, e mi da fiducia verso la prossima maratona autunnale, che dovrebbe essere quella di Carpi, valida come campionato mondiale militare”.
Il bergamasco Migidio Bourifa, miglior maratoneta italiano del momento, giungeva secondo degli italiani con 65’55”, e terzo nella classifica generale, davanti a al Keniano Rugut, ad Henry Rutto Kiplagat, a Francesco Bona, Philimon Kipkering, Francesco Bennici e Fabio Mascheroni.
Nelle donne Anna Incerti ha dimostrato di meritare pienamente la convocazione olimpica: la siciliana si è aggiudicata il titolo tricolore, correndo con grande autorità, e duellando con avversarie come le marocchine Ejaffini e Ghizslane, e contro la sempreverde Gloria Marconi (Corradini Rubiera), e Renate Rungger (Forestale). Il tempo finale di 1’13’57”, ottenuto con un ottima progressione negli ultimi chilometri, dimostra che gli infortuni che hanno minato fino ad oggi la stagione della Incerti, sono alle spalle, e che l’atleta tesserata per le Fiamme Azzurre è pronta finalmente ad affrontare al meglio la preparazione verso la maratona olimpica di Pechino, che potrebbe vederla protagonista.
Per concludere, ricordo che al momento non sono state rese note le classifiche ufficiali, più avanti in presenza di queste, saremo in grado di aggiornare l’articolo, per offrire agli utenti un servizio ancora migliore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...